“Viaggio con Miryam. Maria di Nazareth, tra realtà biblica e romanzo” è un libro pubblicato nel 2013 da Moroni Editore e scritto da Guglielmo Busonero.
Di cosa parla questo particolare romanzo che oggi sto segnalando nella categoria Autori Locali?
Come si può capire dal titolo, parla di un viaggio nella Palestina di 2000 anni fa, nel periodo della nascita di Gesù. L’autore si immagina di essere lì, di compiere il suo cammino di fede nella conoscenza di Miryam, ovvero di Maria, e S. Giuseppe, ben riuscendo a coniugare i fatti descritti nei Vangeli al suo narrare romanzato dalla sua presenza fisica nei luoghi.
Dalla mia lettura di qualche anno fa ancora ben ricordo come Guglielmo Busonero sia stato veramente capace di calarsi nel contesto descritto e di raccontarci come vivevano e pensavano le persone di 2000 anni fa; e di come i loro ritmi giornalieri fossero meno frenetici e più attenti al vivere quotidiano. Mi ricordò, ovviamente con le dovute proporzioni, il modo di immergersi nei tempi passati di Manzoni con I Promessi Sposi, in cui i comportamenti ed i ragionamenti dei personaggi erano perfettamente in linea col contesto storico in cui vivevano.
Un’altra mia impressione di allora è che l’autore ci abbia voluto raccontare non solo la sua fede, ma quale sia il modo umilmente più corretto di affrontare la vita e la spiritualità. Andando avanti nelle pagine, inoltre, si evince che l’autore è un conoscitore delle Sacre Scritture e dei luoghi della Palestina di cui parla, nei quali si è recato diverse volte in pellegrinaggio.
Ma chi è il santostefanese Guglielmo Busonero?
È una persona molto apprezzata nella comunità di Porto S. Stefano per l’impegno che mette nelle attività della Parrocchia. Conosciuto in paese da tutti come barbiere, è un uomo che con la sua umiltà si mette al servizio degli altri, mite ma fermo nelle sue convinzioni. Il suo libro “Viaggio con Miryam” riscosse un ottimo successo tra il pubblico argentarino e non solo, raggiungendo una buonissima tiratura di copie in tutta la Maremma, senza tralasciare il fatto che i proventi furono destinati in beneficenza.
Essendo vicini al Natale, non potevo dimenticarmi di inserire tra i miei “Autori Locali” la sua opera, visto che ancora è ben ricordata in paese. E approfitto per fargli i miei complimenti, sia per aver scritto questo intenso romanzo, sia per aver pensato al prossimo come fa sempre!
Forse “Viaggio con Miryam” di Guglielmo Busonero altro non è che il sogno che ognuno di noi fa in questo periodo dell’anno, guardando il presepe nelle proprie case, pensando a come dovesse essere stata la realtà di quei luoghi e la profondità di qui pensieri. Forse quello che l’autore ha scritto non è il suo viaggio, ma il suo raccogliere i viaggi degli altri nella fede del Natale, come un pellegrino che nel suo andare raccoglie i sorrisi degli altri viandanti e li fa suoi, nel suo pensiero. I miei complimenti.

Ti invito a seguire, all’interno della sezione Libri (clicca qui), la seguitissima categoria Autori Locali (clicca qui) in cui parlo di opere dei nostri bravissimi scrittori dell’Argentario e del resto della meravigliosa Maremma.
Confesso che, all’interno del blog, sto puntando molto su questa categoria, come ho segnalato nell’articolo: “Gli scrittori locali dell’Argentario e della Maremma” che ti invito a leggere (clicca qui).
Buona lettura!