In questo articolo parlerò in parole semplici della differenza tra Polo Nord Geografico, Nord Magnetico e Nord Bussola, e della possibile inversione dei Poli magnetici terrestri.
Il Polo Nord Geografico è il punto più a nord della Terra dove l’asse di rotazione interseca la superficie terrestre, ossia il punto d’incontro a nord dei Meridiani terrestri.
La Terra, a causa dei minerali presenti al suo interno, ha un proprio magnetismo le cui linee di flusso ovviamente cambiano a seconda delle zone.
Il Polo Nord Magnetico è quindi il punto in cui il campo magnetico terrestre è verticale (cioè forma un angolo di 90°) alla superficie terrestre.
La bussola quindi non indica la direzione del Nord Geografico, come molti erroneamente pensano, ma in teoria indicherebbe quella del Nord Magnetico. Infatti il suo ago si orienta seguendo le linee di flusso di campo magnetico della zona.
L’angolo tra Nord Geografico e Nord Magnetico si chiama DECLINAZIONE MAGNETICA (simbolo D): questa varia quindi da zona a zona e varia anche nel tempo, in quanto il Nord Magnetico non è statico (su questo argomento ritorneremo in seguito). Nelle carte nautiche sono quindi riportati gli angoli di Declinazione (positiva verso Est, negativa verso Ovest) a seconda della zona del Globo dove ci si trova.
Ho detto che la bussola “indicherebbe” la direzione del Nord Magnetico, usando il condizionale, perché questo avviene solamente nel caso in cui la bussola non sia influenzata da campi magnetici di bordo, come invece avviene negli aerei e sulle navi, dovuti a masse magnetiche, circuiti elettrici e strumentazione elettronica. Allora entra in gioco il Nord Bussola, ossia il Nord che indica effettivamente l’ago della bussola, diverso sia dal Nord Geografico che dal Nord Magnetico, in quanto influenzato proprio dal magnetismo di bordo.
L’angolo tra il Nord Magnetico e il Nord Bussola si chiama DEVIAZIONE MAGNETICA (indicato con a lettera delta dell’alfabeto greco). A bordo di un’imbarcazione, ad esempio, la Tabella delle Deviazioni è fondamentale come la lettura della Declinazione Magnetica riportata sulle carte nautiche, in quanto entrambi i dati sono indispensabili per il tracciamento delle Rotte. La Deviazione Magnetica varia a seconda delle direzioni seguite: quindi la Tabella riporta i suoi valori ad angoli diversi, in quanto è diversa l’influenza sulla bussola del magnetismo di bordo; inoltre è un documento che deve essere rinnovato periodicamente. La Deviazione è si comporta un po’ come la Declinazione Magnetica che invece varia a seconda dei luoghi e del tempo. Senza considerare questi dati (Deviazione e Declinazione) si rischierebbero gravissimi errori di Rotta, soprattutto per le medie e lunghe distanze.

disegno nord
Ritorniamo al discorso sulla non staticità del Nord Bussola. Il magnetismo terrestre varia perché nella zona di contatto tra il nucleo più interno del pianeta (solido) e la parte più esterna del nucleo (liquida) si verificano fenomeni elettrici importanti. A causa di ciò, il Nord Magnetico si sposta da sempre. Gli scienziati hanno rilevato in questi ultimi anni uno spostamento del Nord Magnetico dal Canada verso la Siberia alla velocità di 48 Km/anno. Questo fa temere il possibile e temuto fenomeno dell’INVERSIONE DEI POLI MAGNETICI. L’ultimo evento del genere si verificò 780.000 anni fa. E’ temuto perché nella fase di inversione la Terra potrebbe essere esposta a radiazioni cosmiche e solari. Su questo tema ci sono importanti studi al riguardo e pareri discordanti.
In questo articolo ho voluto spiegare la differenza tra Nord Geografico e Magnetico e la possibile inversione dei Poli Magnetici Terrestri in maniera semplice, evitando complicati approfondimenti che eventualmente puoi trovare su molti siti di scienza.
Se ti interessano altri miei articoli di scienza e cultura dove spiego argomenti in “parole povere”, visita la mia sezione CURIOSITÀ E CONSIGLI (clicca qui), in cui troverai anche articoli di eventi locali e notizie varie.
In particolare ti segnalo il mio seguitissimo articolo “La notte potrebbe scomparire” (clicca qui).
Il mio consiglio è come sempre quello di farsi spingere nella lettura dalla curiosità!