Girando tra gli scaffali di una libreria come amo fare, stavolta la mia attenzione è caduta su questo titolo, forse incoraggiato dalla tazza di caffè sulla copertina. Leggendolo, immediatamente sono entrato in un’atmosfera lontana che l’autrice sa descrivere alla perfezione, anche con i soli gesti dei protagonisti.
“Ultimi giorni a Teheran” è un romanzo di Donia Bijan, Newton Compton Editori in foto.
Questo romanzo ci narra intensi temi familiari che coinvolgono diverse generazioni attorno al Caffè Leila di Teheran. Tutto parte dai giorni nostri, dal ritorno di Noor a Teheran con la figlia adolescente Lily, richiamata dal padre Zod che ancora gestisce il Cafè. Da questo ritorno, l’appassionante narrazione ci porta in un intreccio di storie presenti e passate, drammi e amori, tra malinconia e colpi di scena.
In “Ultimi giorni a Teheran” di Donia Bijan si mescolano sentimenti teneri e forti, in un contesto difficile e spesso crudele, a volte poetico. Lettura molto interessante e molto forte.

Visita l’intera sezione LIBRI nel blog (clicca qui) in cui troverai le mie segnalazioni su opere di autori famosi e di autori maremmani. Buona lettura!